Tartare di palamita

IMG_5041

La tartare di pesce a dire il vero non l’ho mai fatta e quindi sono andata un pò a curiosare in rete e alla fine ho deciso di prendere qualche idea qua e la .

Questi sono gli ingredienti:

400g. circa di palamita

1 piccola cipolla rossa

pepe bianco

1 limone non trattato

sale (io sale rosa australiano)

olio evo

Premetto che i crudi di pesce si devono mangiare dopo aver tenuto il pesce almeno per 48 ore nel congelatore onde evitare contaminazioni.

Una volta decongelato, appoggiare il filetto di pesce su di un tagliere. Iniziare a tagliarlo a pezzetti e poi battetelo con un coltello fino a ridurlo a tartare .

Mettete il pesce in una ciotola e conditelo con il sale,il pepe,la cipolla tritata,la buccia grattata di 1/2 limone ed il suo succo e l’olio.

Amalgamate per bene e fate insaporire in frigo per un’oretta.

Prendete ora due coppapasta, appoggiateli su di un piatto e versatevi dentro il pesce.

Premete per bene e sformate. Tritate un bel ciuffo di prezzemolo e spargetelo sul pesce finendo con un giro di olio.

Vi posso assicurare che questo piatto non ha nulla da invidiare alle tartare fatte con pesci più blasonati. Il suo sapore è eccellente e delicatissimo.

cous cous con pesto di pomodori secchi

IMG_3183

La prima cosa che ci tengo a precisare è che questa ricetta non è mia ma si trova su “Sale e Pepe” il mio mensile preferito.

Lo compro da sempre e cioè dal lontano 1987 e non mi manca neppure un numero.

Spesso mi cimento in qualche preparazione ma a me piace anche solo sfogliarlo e leggere passo passo tutte le ricette e gli articoli pubblicati.

Siccome  adoro il cous cous ho voluto subito provare questa ricetta e devo dire che è diventata un cult a casa mia.

Ora vi elenco gli ingredienti:

200g di cous cous

12 pomodorini secchi sott’olio

20g di finocchietto selvatico

2 cucchiai di capperi sotto sale

50g di mandorle pelate

1/2 limone

1 arancia non trattata

peperoncino piccante in polvere

olio evo-sale

Procedimento:

Mettete a mollo i capperi in una ciotola con acqua calda . Scaldate 2,5 dl di acqua in una casseruola,unite un pizzico di sale,un cucchiaio di olio evo e spegnete; versatevi il cous cous ,lasciatelo gonfiare per una decina di minuti,poi sgranatelo con una forchetta.

Lavate e asciugate il finocchietto e tenetene da parte 2-3 rametti; tenete da parte anche 2 pomodorini e 1 cucchiaio di capperi sciacquati e asciugati. Trasferite nel mixer il resto del finocchietto,dei pomodorini e dei capperi; unitevi le mandorle,l’arancia sbucciata,il succo di mezzo limone,un pizzico di peperoncino e frullate fino ad ottenere una salsa omogenea.

Unite al composto 4 cucchiai di olio,un mestolino di acqua fredda e frullate ancora. Condite il cous cous con  la salsa e fate insaporire per 1 ora. Tagliuzzate il finocchietto e i pomodorini tenuti da parte e usateli per decorare il cous cous  con i capperi rimasti.

Questa preparazione è ottima per accompagnare sia piatti a base di pesce che di carne.